Chi siamo

Fotografia di Rossella Fadda

Filosofia de Logu è l’incontro di ricercatori, studenti, docenti, professionisti, attivisti che leggono la realtà sarda svestendosi dai paraocchi della subalternità e della dipendenza e che vogliono battere in breccia l’approccio minorizzante e marginalizzante alla questione sarda, intesa come questione insieme storica, sociale, politica, culturale ed economica.

Filosofia De Logu è il progetto che vuole portare la discussione sulla Sardegna e sui sardi al centro del dibattito teorico, in maniera autonoma e autodeterminata, utilizzando tutti gli strumenti (e i risultati!) che ci offre la ricerca teorica interna alle diverse discipline. In tal senso, intende promuovere uno sguardo filosofico e critico sulla Sardegna.

Filosofia de Logu è un porto franco per tutti coloro i quali abbiano qualcosa di interessante, originale e coraggioso da dire sulla realtà sarda e che si assumono la responsabilità che implica il dibattito franco e pubblico.

Il Collettivo di Filosofia de Logu

Sebastiano Ghisu è professore associato di Storia della Filosofia presso l’Università di Sassari. Laureatosi a Cagliari e addottoratosi alla Freie Universität di Berlino, è fondatore e direttore editoriale (assieme ad Andrea Tagliapietra) del “Giornale Critico di Storia delle Idee”. Le sue ricerche vertono sulle teorie del soggetto e su quei momenti in cui il pensiero si è posto come presa di distanza dal mondo o critica del mondo. Tra le sue pubblicazioni: Georg Simmel: l’ideologia dell’individualitàStoria dell’indifferenzaBreve introduzione alla storia critica delle idee; la traduzione e l’edizione critica del Perì Parrhesia di Filodemo di Gadara; Soggetto e possibilità, la svolta kantiana e i suoi presupposti storici.


Giada Bonu, Sarda ma trapiantata in Continente, è attivista femminista, parte dell’assemblea di Non Una di Meno – Firenze e della redazione di DWF dal 2016. Dopo il Master in Studi e Politiche di Genere è attualmente dottoranda in Scienze Politiche e Sociologia presso la Scuola Normale Superiore e parte del Centro di ricerca sui movimenti sociali (COSMOS). Le sue ricerche i focalizzano sulla relazione tra movimenti femministi e spazio urbano con particolare attenzione alle metodologie partecipative.


Cristiano Sabino nasce a Sassari nel 1979. È tra i fondatori dell’organizzazione A Manca pro s´Indipendentzia, nella quale ricoprirà vari incarichi fino a diventarne portavoce. Insegna filosofia e storia a Sassari. Nel 2017 esordisce col suo primo libro edito per Condaghes Compagno T. Lettere a un comunista sardo, giunto alla sua seconda edizione.


Omar Onnis, nuorese, di formazione storica e giuridica, autore di saggistica (specie di contenuto storiografico) e di narrativa, nonché blogger (SardegnaMondo), ha un trascorso di militanza politica in ambito indipendentista. Svolge attività di divulgazione storica e di conferenziere.


Alessandro Mongili è Professore di Sociologia generale presso la Scuola di Psicologia e di Processi di modernizzazione e tecnoscienza alla Scuola di Scienze Umane dell’Università di Padova.   Ha lavorato all’Università di Cagliari, dove ha insegnato Sociologia generale e Sociologia della tecnica alla Facoltà di   Scienze politiche. È stato visiting all’Accademia delle scienze dell’URSS (1987-1988), alle Università della California a   San Diego (2004) e a Berkeley (2011), alla Santa Clara University (2007) e alla Stanford University (2008). Ha ricevuto il   dottorato in sociologia all’Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales, a Parigi. Si è dedicato dapprima a ricerche   sulla scienza sovietica (La chute de l’U.R.S.S. et la recherche scientifique,1998) per poi occuparsi di tecnologia e   informatica (Donne al computer, con C. Casula, 2006, Tecnologia e società, 2007, Information Infrastructure(s), con G.   Pellegrino, 2014) e ai problemi dell’innovazione in aree etichettate come “arretrate” (Topologie postcoloniali, 2015). È   autore di diversi saggi. Nel 1995 ha pubblicato Stalin e l’impero sovietico, tradotto in due altre lingue. È stato fra i   fondatori e il primo presidente della Società Italiana di Studi sulla Scienza e la Tecnologia (STS Italia).  I suoi interessi di ricerca riguardano la progettazione e lo sviluppo in informatica, l’innovazione in aree etichettate come “arretrate” e la standardizzazione delle lingue minoritarie.


Cristian Perra è studente presso il corso di laurea in Scienze storiche e filosofiche presso l’Università degli studi di Sassari. Militante e attivista politico in campo antagonista e indipendentista. Bibliofilo incallito. Si occupa delle attività culturali di Su Tzirculu a Cagliari. I suoi interessi di studi vertono sulla Teoria critica della società, in particolare l’esperienza filosofica di Theodor W. Adorno, sulla genealogia e sulla storia critica del mito.


Riccardo Onnis (Sassari 1990). Architetto. Ha lavorato per cinque anni tra Europa (Lisbona, Budapest) e Italia (Bolzano e Trento), svolgendo parallelamente attività di tutoraggio all’attività didattica in occasione di alcuni seminari e workshops (2017, Aquila, Sound and soundscape: Design for risk reduction; 2019, Trento, Next_step. Ri-marginare il Paesaggio. The view from the road). I suoi ambiti di ricerca vertono sul paesaggio e i rapporti tra architettura e società. Svolge la libera professione e si occupa di critica architettonica. Nel 2015 ottengono, insieme al suo gruppo di progettazione, il primo premio per il concorso internazionale Europan13 a Landsberg, in Germania. In passato ha scritto per i magazine d’architettura SardArch e quello ungherese építészforum. Collabora con PresS/Tletter, rivista online di architettura. Nel 2017 ottiene la menzione d’onore col testo le città avisibili al concorso giovani critici. Attualmente svolge la libera professione tra Sardegna e Trentino.


Federica Pau è dottore di ricerca in Estetica e Teoria delle arti e Cultrice della materia in Estetica per la Facoltà di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Cagliari. Le sue tematiche di ricerca riguardano l’estetica urbana, quella del paesaggio e dell’architettura, le categorie di estetico e artistico, i soundscapes. Tra le sue pubblicazioni la monografia Idea architettonica e figura della città, dedicata al pensiero di Rosario Assunto. Oltre al filosofo siciliano le sue ricerche hanno risguardato la teoria di Colin Rowe sulla città e l’architettura e prodotto articoli e saggi brevi pubblicati in riviste e collane di settore. Nel 2015 è stata ospite dell’Institut Catholique de Toulouse, dove, con un progetto di ricerca post-doc dedicato alla fenomenologia della tecnica artistica di Dino Formaggio ha lavorato per l’Equipe de recherche Métaphysique, histoire, concepts, actualité. Attualmente insegna nella scuola secondaria di secondo grado.



Alessandro Derrù, portotorrese, laureato in Scienze Storiche e Filosofiche all’Università di Sassari con una tesi su Placido Cherchi e l’identità critica. Si interessa degli sviluppi storici della cultura e della lingua turritana.


Andria Pili è studente presso il corso di laurea magistrale in Scienze Economiche/Politiche Pubbliche dell’Università degli studi di Cagliari. Ha militato come attivista politico-culturale nella gioventù indipendentista e nel comitato studentesco contro l’occupazione militare. Si è laureato in Economia e Finanza con una tesi avente come oggetto la storia economica sarda, interpretata secondo l’approccio “neo-istituzionalista” di Douglass North e Daron Acemoglu. I suoi interessi di studio vertono su: il rapporto tra istituzioni e sviluppo economico; la diseguaglianza globale; la storia e geografia economica; le relazioni tra l’economia e le altre scienze sociali”


Fotografie di Rossella Fadda, supporto tecnico di Sergio Durzu.

Il logo Filosofia de Logu è stato ideato e realizzato da Andrea Laterza